TikTok Marketing per aziende: quando, come e perchè farlo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dalla seconda metà del 2019 non si fa altro che parlare di TikTok, il social del momento.
Quest’applicazione, data la crescita esponenziale che ha avuto e continua ad avere, non è rimasta inosservata dalle grandi aziende. Si parla infatti di TikTok Marketing.
In questo articolo vediamo come è possibile integrare TikTok all’interno della strategia di social media marketing del proprio brand, ma soprattutto quando e perché ha senso farlo.

TikTok Marketing per aziende: quando e perchè integrarlo

Prima di vedere le modalità con cui possiamo integrare TikTok all’interno della strategia social di un’azienda, dobbiamo innanzitutto capire se ha senso farlo.

La risposta ovviamente è dipende.

Da cosa? Dal contesto dell’azienda. Vediamo quali sono i fattori principali da tenere in considerazione.

a) Età degli utenti

Continuiamo a sentire che l’età degli utenti è troppo bassa per poter utilizzare TikTok come strumento di marketing per aziende. Ci sono 2 considerazioni da fare:

  1. I dati ci mostrano come ci sia una buona presenza di utenti attivi over 18. Infatti, dai dati stimati dalla piattaforma TikTok Ads Manager vediamo che in Italia ci sono:
  • 3.3-4.1 Milioni di utenti nella fascia 18-24
  • 2.8-3.4 Milioni di utenti nella fascia 25-44
  • 1.2-1.5 Milioni di utenti nella fascia 45+

In totale ci sono circa 7.5-9.0 Milioni di utenti attivi over 18

Per quanto riguarda gli utenti minorenni, per motivi di privacy non è possibile avere questo dato, ma sono comunque targetizzabili e raggiungibili tramite le TikTok ads.

  1. Se anche fosse una piattaforma popolata solo da ragazzi sotto i 18 anni, avrebbe comunque senso investire su di essi, perché se anche non sono il tuo target di riferimento in questo momento, non hai mai avuto l’opportunità di iniziare a farti conoscere in modo così coinvolgente ed approfondito da un target di futuri clienti quando è ancora giovane.

Su TikTok potrai imprimere nella mente dei tuoi futuri clienti il tuo brand. Potrai costruire tutto il sistema di credenze attorno alla tua mission e farla conoscere massivamente alla generazione Z, che sarà il tuo futuro target di clienti.

Essere su TikTok e fare branding sulla piattaforma adesso significa essere avanti rispetto ai tuoi competitor.

b) Settore e contesto aziendale

Ora che abbiamo visto come non siano presenti solo ragazzini, capiamo il contesto aziendale di cui necessitiamo per poter integrare TikTok in una strategia social.

Per promuovere la tua azienda su TikTok necessiti di contenuti in formato video, possibilmente che rispettino anche le caratteristiche del social, devono quindi essere contenuti dinamici, che catturino l’attenzione e che intrattengano il pubblico di riferimento.

Ad esempio per un’azienda B2B che offre impianti di energia rinnovabile è un po’ difficile integrare TikTok nella propria strategia social.

Attenzione, il “problema” non sta tanto nel riuscire a creare contenuti in linea con la piattaforma, ti assicuro che con un po’ di creatività, ed eventualmente avvalendosi dei giusti influencer, è possibile comunicare in modo coerente con la piattaforma qualsiasi tipo di brand (sì, anche un B2B di impianti di energia rinnovabile).

Il problema risiede però alla base, ha senso promuovere un brand di questo tipo su TikTok, dove difficilmente sarà presente il nostro target o il nostro futuro target di clienti (ovvero aziende interessate a questo tipo di prodotto)?

Tralasciando le aziende B2B, dove difficilmente mi sentirei di consigliare l’implementazione di una strategia su TikTok, posso affermare con certezza che ogni azienda in ambito B2C dovrebbe almeno valutare l’idea di integrare TikTok nella propria strategia di social media marketing.

Bisogna però tenere in considerazione un terzo punto fondamentale.

c) Sei strutturato per poter Integrare TikTok?

Non so se ci hai fatto caso, ma è dall’inizio dell’articolo che parlo di “integrare” TikTok in una strategia social già presente.

Perché questo?

Perché TikTok funziona benissimo come TOFU (Top of the funnel), ovvero per aumentare la visibilità del tuo brand e raggiungere milioni di persone.

Dobbiamo però integrarlo in una strategia Cross-Platform, TikTok è estremamente efficace se lo utilizziamo in fase di awareness, per spostare traffico su altri canali (Sito, Ecommerce, Blog o altri social), in questo modo gli utenti approfondiranno la conoscenza del brand e li potremo “colpire” in più posizionamenti, ottenendo con maggior facilità azioni di valore.

Inoltre se gli utenti visitano i nostri canali web (sito, ecommerce o blog) potremo riprenderli con azioni di retargeting, strategia che risulta molto efficace per portare gli utenti a compiere una specifica azione che ci interessa (leggere un articolo specifico, lasciare la mail, acquistare ecc.)

Riassumendo, se sei un’azienda B2C, hai una buona presenza online e hai voglia di metterti in gioco creando contenuti per un social fresco e dinamico, che può darti la possibilità di coinvolgere milioni di persone, continua la lettura di questo articolo perché sto per spiegarti quali sono le modalità pratiche con cui puoi testare TikTok per la tua azienda.

TikTok Marketing per aziende

Come integrare TikTok nella tua strategia di social media marketing

Ora che hai capito che TikTok può essere un canale efficace per la diffusione del tuo brand online, vediamo le modalità con cui puoi utilizzare questo social come strumento di marketing per la tua azienda.

Esistono due modi con cui possiamo promuovere un brand su TikTok, che possono essere portati avanti singolarmente o coesistere e collaborare al raggiungimento degli obiettivi:

  1. Strategia Organica

Con una strategia organica ben strutturata, si possono ottenere ottimi risultati.
Il numero di utenti che si possono raggiungere organicamente con i video è davvero impressionante.

Infatti attualmente l’algoritmo di TikTok permette una reach organica molto più elevata rispetto a tutti gli altri principali social network.

Per far diventare un video virale la cosa fondamentale è catturare l’attenzione delle persone e tenerle incollate al nostro contenuto.

Non devi farti influenzare dal fatto che molti video hanno uno stampo divertente, frivolo o banale e basare la tua content strategy solo su questo. Quando pensi ai video da creare su TikTok devi sì seguire i trend del momento cercando di intrattenere il tuo pubblico, ma allo stesso tempo non dimenticare mai il tuo obiettivo principale: comunicare il tuo brand.

Il modo migliore per attuare questo principio è quello di unire intrattenimento e informazione = infotainment.

  1. Strategia Advertising

Nonostante si possa pensare il contrario, in realtà le TikTok Ads sono il modo più rapido, “economico” ed intuitivo per testare TikTok come strumento di marketing per la tua azienda.

Una strategia organica richiede infatti un impegno più consistente per la produzione e gestione di un piano editoriale strutturato con un orizzonte temporale di medio-lungo periodo.

Tramite le TikTok Ads puoi invece raggiungere milioni di utenti in breve tempo, con un CPM (costo per 1000 impression) molto basso, raccogliere dati e capire se ha senso investire in una strategia più strutturata su questo social.

Se vuoi sapere di più sull’advertising leggi l’articolo dedicato alle TikTok ADS.

Conclusione

Come detto in precedenza, se sei un’azienda B2C, che già investe nel digital e ha una buona presenza online, devi assolutamente prendere in considerazione l’idea di testare TikTok come strumento di marketing.

Se vuoi capire come puoi integrarlo all’interno della tua strategia di social media marketing, prenota una consulenza gratuita.

Prenota la tua consulenza gratuita e scopri come integrare TikTok nella tua strategia Digital.

Prenota una chiamata con un nostro consulente.​
Cristiano Boschetti

Cristiano Boschetti

Classe 2000, nativo digitale, fin da bambino con una grande passione e attitudine per tutto ciò che riguarda il mondo online. Convinto che la mia strada fosse l’informatica scelgo un percorso di studi tecnico, scoprendo solo in seguito che non faceva per me. La voglia di svegliarmi ogni giorno innamorato di quello che faccio mi porta a scoprire il mondo del digital marketing, così a 16 anni vendo la PS4 e investo i soldi in libri e campagne pubblicitarie. Verso la fine del 2019, convinto che TikTok potesse affermarsi non solo nel contesto asiatico, decido di dedicare gran parte del mio tempo allo studio della piattaforma cinese. Questa strada mi ha portato a seguire professionisti e aziende nel loro percorso di crescita e di integrazione di questo social all’interno della loro strategia digital.

Lascia un commento

Altri articoli che
possono interessarti